nel cuore delle langhe
Sentieri

I 7 SENTIERI DI LA MORRA A PIEDI E IN BICI MTB

Momentaneamente sentiero n° 5 chiuso x manutenzione

SCARICA LA CARTINA in  PDF

 

L’Associazione Eventi e Turismo in collaborazione con il Comune di La Morra ha realizzato  una rete di 7 sentieri che attraversano tutto il territorio comunale,  passando tra boschi e le grandi vigne del Barolo, per una cinquantina di chilometri. Questi sentieri raggiungono antiche fontane, cappelle e piloni campestri, aree di interesse botanico e punti panoramici. Inoltre valorizzano i beni storici e culturali  del centro storico e delle frazioni. Per permettere a tutti di individuare i sentieri facilmente, è stata realizzata una cartina, con altimetrie e tempi di percorrenza vari, con la descrizione di ciascun percorso. I 7 sentieri hanno recuperato quelli caduti in disuso e tracciato nuovi percorsi. Ognuno di essi  è provvisto di una specifica segnaletica. Il progetto è stato realizzato da Elio Sabena di Trekking in Langa.

 

n° 1 SENTIERO DEL LAGHETTO 2,5 km 50 minuti

 

1471Si parte dall’Ufficio Turistico,si imbocca via XX settembre , si attraversa via San Martino in direzione dei Bastioni medioevali. Si svolta a sx in via Garibaldi e si scende fino ad incrociare e prendere via Marconi sulla dx. Si attraversa via Roma in direzione del Laghetto seguendo il viale alberato sterrato. Si fa il giro del laghetto (un invaso artificiale d’inizio Novecento) dalla sx e si sale verso il bosco. Arrivati alla “Fontana dei boschi”, prendere a dx e salire per 150 metri. Arrivati sull’asfalto di via Fornace si gira a sx e si prosegue su via Fontane a scendere fino alla chiesetta di Santa Brigida (con affreschi del XV sec). All’incrocio con via Roma si gira a sx e si risale verso il paese . Girare a dx in via Vassali fino ad arrivare in via Marconi ai piedi dei “bastioni medioevali”. Girare a dx e scendere su sterrato lungo strada San Francesco fino ad arrivare alla provinciale. Risalire a sx verso il paese lungo via Alba.

DSCN1283    1_890_340

 

n° 2 SENTIERO DELLA MADONNA DI LORETO 3,7 km 1 h

 

2472Si parte dall’Ufficio Turistico e si scende in Via Vittorio Emanuele. Dopo il campo sportivo si svolta a dx, su strada inizialmente asfaltata e poi sterrata, fra vigneti, fino alla cappella della Madonna di Loreto, con area di sosta, da cui si ammira un incantevole paesaggio su Alba e la valle del Tanaro. Il primo paese che si vede alla sx della cappella è Verduno, con la cupola piramidale del Santuario del Beato Valfrè. Si prosegue scendendo a dx su ripida capezzagna fino a incrociare la strada comunale che, salendo, a dx, riporta verso il paese, attraversando vigneti e coltivi. La visuale spazia a sx verso la collina di Grinzane Cavour col suo castello e Diano d’Alba.

n° 2   sentiero n° 2 o   n°2   n°6   n°7   n°2 b

 

n°3   SENTIERO CASTAGNI – RIVALTA  7,5 km 2 h 

3473

La partenza è presso l’Ufficio Turistico. Si prosegue per Via Vittorio Emanuele, si oltrepassa la rotatoria e si giunge al bivio fra le provinciali per Cherasco e Verduno-Bra; si prende la stradina al centro in direzione della borgata Simane, in basso. La Valle del Tanaro offre uno scenario incantevole, con la città di Cherasco dominante, al centro del piano di visuale. Di sfondo la catena delle Alpi con la vetta del Monviso. Dopo la caratteristica borgata Simane ci si immette sulla strada provinciale per un breve tratto, poi si scende a sx su strada comunale in direzione Genesi-Rossi. In prossimità della borgata Rossi si piega a sx, percorrendo un piacevole tratto pianeggiante fra frutteti e coltivi. Alla borgata Alferi si scende a dx su capezzagna e si raggiunge la borgata Ascheri. Si prosegue su falso piano fino all’incontro con la provinciale in frazione Rivalta. Si gira a dx e si attraversa tutta la frazione per poi riprendere la strada comunale verso borgata Rossi; dopo un centinaio di metri, si sale a sx, su strada campestre, fra coltivi rigogliosi e vigneti; si prosegue, oltrepassata la provinciale, sino alla borgata Castagni. Qui, si prende a dx sulla provinciale per abbandonarla dopo 100 metri circa a sx verso la cappella di Loreto ben visibile. Dalla cappella il paesaggio si apre a sx su Diano, Alba e Grinzane Cavour, verso dx sulle colline di Castiglione Falletto. Si rientra a dx verso La Morra su strada sterrata attraversando un primo tratto di vigneti di nebbiolo e poi portandosi in cresta, fino al campo sportivo. Un ultimo tratto in salita porta al concentrico.

 

n° 4 SENTIERO DI SANT’ANNA 8 km 2h15

4474La partenza è presso l’Ufficio Turistico. Si prosegue per Via Vittorio Emanuele; superati la rotatoria e il campo sportivo si prende a sx su strada sterrata. La visuale è splendidamente aperta sulla Valle del Tanaro e sulla città di Cherasco. Sullo sfondo la catena delle Alpi con la vetta del Monviso.
La stradina, attraversata la provinciale, prosegue fra noccioleti e coltivi, fino alla borgata Mascarelli. Si percorrono 50 metri sulla provinciale e poi a dx su sterrato, fra noccioleti, fino alla chiesetta campestre di Sant’Anna da cui si ammira un’ampia panoramica sui vigneti.
Dopo circa 100 metri girate a sx e scendete su capezzagna in mezzo ai vigneti in direzione della località Sant’anna. Superata l’azienda vinicola, proseguite fino alla provinciale, girate a dx e seguite su asfalto per 50 metri. Girate a sx su sterrato ed entrate in un rigoglioso noccioleto su stradina campestre, fra frutteti e vigne.
Si prosegue fra coltivi, ammirando a dx la valle del Tanaro fino alla strada asfaltata in cresta. Si svolta a sx, si attraversa la borgata Merlotti e poi la borgata Brandini e si costeggiano ancora vigneti intravedendo il paese di La Morra a dx. A sx un’ampia visuale sui paesi del Roero: Pocapaglia, Santa Vittoria e Monticello, fino a intravedere il massiccio del Monte Bianco.
Si scende a dx su strada campestre verso la valletta del rio dei Brandini, lo si attraversa e si sale fra boschi, fino a raggiungere la chiesetta di Santa Lucia. Si gira a dx in via Richieri in direzione del centro paese.

DSCI0314DSCI0306DSCI0317DSCI0307DSCI0310

 

N°5 SENTIERO DEI GRANDI ORIZZONTI 4,8 km 1h20mn

5477 Si parte dall’ Ufficio Turistico, si prende via Roma fino alla chiesetta di Santa Brigida, superata la quale si sale a sx su sentiero e poi su strada comunale fino al Bricco del Dente. La visuale si apre circolare, a volo di uccello. Si scende a dx fra vigneti e boschi ombreggiati su sterrata  ricco di specie di flora e fauna autoctone, in un contesto naturalistico molto suggestivo e affascinante. Si giunge alla cappella di S. Antonio posta al limitare della frazione Berri, in cima alla collina; poi si scende a dx su breve tratto asfaltato e poi si gira a sx con la visuale che spazia sulla valle del Tanaro, con la città di Cherasco in primo piano e di fronte ad un paesaggio mozzafiato, con la catena delle Alpi dominata dal profilo perfetto del Monviso. Si attraversano prati, vigneti e frutteti, per risalire poi su strada inghiaiata. Al raggiungimento della strada asfaltata si gira in via Fornace a sx  fino all’ inizio del paese. Si gira a sx in via Roma in direzione del centro storico del paese.

 

n°6 SENTIERO DELLE GRANDI VIGNE 8 km 2h15

6476Dall’Ufficio Turistico si sale in piazza Castello, ove la visuale sui grandi crus del Barolo è totale. Si percorre un breve tratto di centro paese, superando la Cantina Comunale, il palazzo del Municipio e la bella e imponente facciata di San Martino. Si scende lungo i bastioni medioevali. Si imbocca via Vassali fino ad incrociare via Roma. Si gira a sx fino all’incrocio di 3 strade e lì nuovamente a sx verso la borgata Fontanazza e Cerequio: la visuale si apre ampia sulla valle del Barolo più blasonato. Dopo breve tratto si svolta a sx su capezzagna e si raggiunge la borgata Boiolo. Si scende a dx e si prosegue fino alla borgata Torriglione . Tra nobili vigneti si arriva alla frazione Annunziata. Passata la chiesa si prende la direzione di borgata Ciotto e si prosegue su sterrata sino alla frazione di Santa Maria, con chiesa ottocentesca. Si percorre un breve tratto di provinciale, poi a livello della neo e modernissima “panca rossa” si sale a dx su sterrato fra vigneti di nebbiolo fino all’ultimo breve tratto di asfalto che conduce al paese.

DSCI0099  DSCI0033  DSCI0108

 

n°7 SENTIERO DEL BAROLO 11,5 km 3h15

7475Dall’Ufficio Turistico si scende in direzione di Alba. Si prende a dx una stradina sterrata che scende a ricongiungersi alla strada provinciale. Di qui si prende a sx la strada comunale che scende a valle.. La visuale spazia su un orizzonte spettacolare: a sx le colline del Roero, al centro il paese di Roddi dominato dal castello, a dx il ventaglio dei vigneti del Barolo. Si prosegue scendendo, nei pressi di un cascinale, su capezzagna; ci si immette poi sulla strada asfaltata fino alla frazione di Santa Maria, dominata dalla chiesa arroccata sul punto più alto della collina. Si scende sulla provinciale per Alba e imbocca la direzione della borgata San Biagio. Dopo poche centinaia di metri, si gira a dx verso l’Annunziata. Dopo la discesa, al bivio rimanere sulla sx e poi a dx fino a vedere in alto, svettante su una collina perfetta, il Cedro del Libano, piantato dai Falletti nel 1875, uno dei luoghi più fotografati per la bellezza paesaggistica dell’insieme. Seguire su asfalto fino al centro della frazione Annunziata dove si trova la chiesa con campanile romanico, interno settecentesco affrescato, una lapide romana murata nel pavimento: apparteneva all’antico convento benedettino di Marcenasco, di cui si conserva il corpo centrale, ora sede del Museo Ratti dei vini di Alba. Dopo la chiesa si risale e dopo pochi metri girare a sx in direzione delle Rocche dell’Annunziata. Si prosegue immersi fra ordinati filari verso il fondo valle e passato il piccolo ponte si risale in borgata Fontanazza, ove è la “cappella del Barolo”: la facciata guarda il cru delle Brunate. Si raggiunge poi la borgata Cerequio, che conserva una lapide a memoria dei partigiani fucilati durante il secondo conflitto mondiale. Un tratto ripido permette di arrivare alla strada bianca che costeggia i vigneti più blasonati fino al paese di La Morra. Si risalgono i bastioni medioevali per arrivare alla Cantina Comunale, dove potete assaggiare i vini dai migliori crus di Barolo che avete incontrato lungo il percorso. Siete allora a due passi da piazza Castello, irrinunciabile punto panoramico di La Morra.

I crus più blasonati che incontrerete lungo il percorso sono: La Serra, Cerequio , Fossati,  Case Nere,  Rocche dell’Annunziata, Giachini , Bricco Rocca, Bricco Luciani, Gattera, Manescotto, Manzoni, San Biagio, Capalot, Roggeri,  Rocchettevino, Galina, Bricco Chiesa, Sarmassa , Bettolotti, Roere, Ciocchinie  Roncaglie.

DSCI0083 - Copia  DSCI0072 - Copia  sentiero  n°7  2013-06-26 10.10.16  DSCI0172 - Copia

 
Scopri La Morra
APPREZZA LA MORRA
Iscriviti alla newsletter
Iscriviti al sito e riceverai la nostra
newsletter, contenente tante info
e novità da non perdere.